Masterclass Corpi Uscenti

1-2-4 Luglio 2021
Perugia, Complesso Sant’Anna

Masterclass gratuite di formazione guidate dagli artisti in residenza e dalle compagnie ospiti di Corpi Uscenti e destinate a professionisti della danza e studenti di livello avanzato.

Le masterclass sono aperte a studenti di danza e teatro con una solida preparazione tecnica e di improvvisazione, professionisti del territorio, per scambiare pratiche di movimento incentivando la conoscenza dei linguaggi del contemporaneo. Si formula così un calendario diversificato per generi e linguaggi coreografici utilizzati che punta ad arricchire le professionalità artistiche regionali.

Vedi il programma Corpi Uscenti 2021/Raising Motions

Masterclass 2021

Le Masterclass sono destinate a danzatori professionisti e studenti con una solida base tecnica e di improvvisazione.
Si svolgono nella sede di HOME/Dance Gallery a Perugia
Complesso S.Anna, Viale Roma (ingresso laterale)

Prenotazione obbligatoria via mail: organizzazionehome2021@gmail.com
Telefono info: +39 339 8382266

Max 15 partecipanti

Giovedì 1 luglio
Ore 11-13 — Antonella Bertoni
Ore 14-16 — Daria Menichetti
Ore 16-18 — Adriano Bolognino

Venerdì 2 luglio
Ore 10-13 — Atelier corpo-voce Juliette Flipo+Costanza Amici
Ore 14-16 — Erica Bravini

Domenica 4 luglio
Ore 14-16 — Alice Gosti
Ore 16-18 — Livia Massarelli

ph. Adriano Treccani

Antonella Bertoni

Danzatrice e coreografa, è protagonista della danza italiana a partire dai primi anni ’90.
Nata a Roma, città nella quale inizia la sua formazione artistica, si trasferisce nel 1987 a Parigi, dove lavora con Carolyn Carlson (1988-1993), e incontra Michele Abbondanza, compagno del futuro percorso artistico.
Nel 1995 fonda assieme ad Abbondanza, la Compagnia Abbondanza/Bertoni, riconosciuta come una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano, che affianca alla creazione di spettacoli, un percorso di formazione e di ricerca del teatro danza contemporaneo.
Tra i riconoscimenti: premio Danza&Danza 1996 come “miglior interprete”, premio Eti-Stregagatto 97/98 (Romanzo d’infanzia) e Premio Danza&Danza 2017 come miglior produzione italiana dell’anno (La morte e la fanciulla).

In qualità di coreografa ospite crea per la compagnia Aterballetto Figli d’Adamo (2000) e per il Teatro dell’Opera di Roma, Addio Addio (2011) e Cerimoniale (2012).
Partecipa al film di Bernardo Bertolucci, Io ballo da sola (1995), è tra i protagonisti delle coreografie create per Vieni via con me, trasmissione televisiva di Fabio Fazio e Roberto Saviano (Rai 3, 2010) e Abbondanza Bertoni Un film ballato, realizzato da RaiCultura per la regia di Felice Cappa e andato in onda nel 2015 su Rai5.
Firma e interpreta più di trenta creazioni, tra le quali ricordiamo il solo Try, il progetto Ho male all’altro, trilogia sulla tragedia greca (Alcesti, Medea, Polis), il progetto biennale per 12 danzatori La densità dell’umano (La massa e A libera figura), il progetto Biologico che accosta interpreti speciali caratterizzati da forti segni: fisici, come nel caso de Le fumatrici di pecore e Il groppo o biologici come in Scena Madre che la vede in scena con la madre ottantenne.
Affianca Michele Abbondanza nella creazione del suo primo solo I dream; ritorna in scena del 2016 per Gli orbi (quintetto che indaga i vizi e le debolezze della natura umana) e cura le coreografie e la composizione de La morte e la fanciulla, Erectus, Pelleas e Melisande, Balli Plastici Remix (rivisitazione dello storico spettacolo di Fortunato Depero del 1918), Clown Time, spettacolo di Teatro musicale vincitore del Fringe, II Edition/ Fondazione Haydn, Hyenas e Doppelgänger.
Dà vita alla P I C C O L A Compagnia Abbondanza/Bertoni, un progetto ambizioso di costituzione di un nucleo stabile di giovanissimi, con loro mette in scena: Il Ballo del Qua, spettacolo interpretato da 7 bambini (7-10 anni) per una platea di pubblico adulto (Rovereto, febbraio 2012), Terza Generazione, ultimo capitolo dello spettacolo Duel ispirato al libro della Genesi (2014), Sequenze per il futuro, esito del progetto di residenza con i ragazzi dal nome Schiudere uno spazio realizzato nell’ambito del Festival Pergine Spettacolo Aperto 2015.
Dal 2008 dirige Scuola d’Azione, progetto dedicato all’insegnamento e alla formazione di adulti e bambini, presso il Teatro alla Cartiera di Rovereto, dove la compagnia è in residenza.

Adriano Bolognino

Adriano Bolognino nasce a Napoli nel 1995.
Come coreografo crea nel 2019 per la compagnia EgriBianco la creazione “Your body is a battleground\trio version”.Le sue creazioni vanno in scena in contesti nazionali ed internazionali tra cui Cross Festival 2019, Fabbrica Europa 2020, Gender Bender Festival 2020, Prospettiva Danza Padova 2020, e Biennale Danza College Coreografi 2019, dove realizza “La più viva delle città morte”.Con “RM94978 from Paris to Tenerife”, lavoro selezionato per Anticorpi XL, è finalista del Premio Twain_direzioniAltre e vince nel 2019 il Premio Prospettiva Danza Teatro Padova. È uno dei coreografi di Anghiari Dance Hub 2019, dove crea “Gli Amanti”.
La Biennale di Venezia gli commissiona un nuovo lavoro per il festival 2020 (“Your body is a battleground\solo version”). La creazione “Gli Amanti” è selezionata per la piattaforma Aerowaves 21.
Nel 2021 “Your body is a battleground” è tra le creazioni vincitrici de “L’Italia dei Visionari”.
Il progetto “Rua da Saudade” è vincitore di Call for Creation 2021, residenza artistica ad Orsolina28.

Erica Bravini

Erica Bravini (1997) danzatrice. Si forma presso l’Accademia Nazionale di Danza, indirizzo Danza Contemporanea, dove si laurea con il massimo dei voti con il progetto di tesi “Aisthesis: una pratica di improvvisazione come esperienza estetica”. In AND prende parte a lavori di: Giovanna Velardi, Mario Piazza, Paco Decina, Luca Della Corte, Malcolm Sutherland, Stian Danielsen. Nel 2017 partecipa al Premio Roma Danza vincendo il Primo Premio Assoluto nella sezione Interpreti con il solo Strahlung. Con lo stesso è finalista a “Solocoreografico 2017”, presso la Lavanderia a Vapore. Dal 2017 ad oggi fa parte della Compagnia Alias, diretta da Guilherme Botelho (Ginevra), nelle produzioni Sideways Rain, Antes, 0,5%, nella creazione di Normal (2018) e di In C (2020), collaborando direttamente con musicisti come Murcof e The Young Gods. Partecipa con Alias a tournée in Svizzera, Brasile, Italia, Messico, Russia, Germania, Serbia. Dal 2020 collabora con Aldes al progetto Tempi Moderni – La commedia rivista, e alla creazione 2021 di Roberto Castello.

Alice Gosti

Alice Gosti è una coreografa, regista, artista performativa ibrida, curatrice, DJ ed architetta di esperienze nata in Italia, e che lavora tra Seattle (USA) e l’Europa.
Gosti ha ricevuto numerosi premi, commissioni, e residenze per le sue opere ed il suo percorso artistico. Nel 2012 riceve il premio Vilcek Creative Promise in Dance, nel 2012 viene invitata a ImPulsTanz con la prestigiosa borsa di studio danceWEB, nel 2015 viene commissionata da Velocity Dance Center per la creazione di un nuovo progetto come parte del programma Made in Seattle. Nel 2016 riceve NEFA’s National Dance Project per la produzione e la tournée di un nuovo progetto. Nel 2017 Alice Gosti è una delle prime vincitrici del bando Italian Council indetto dalla Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane del MiBACT.
Le opere di Gosti sono state commissionate e presentate a livello nazionale ed internazionale ad università, teatri, gallerie e musei.
Nel 2019 Gosti fonda la compagnia di danza e performance MALACARNE (@malacarneco). MALACARNE crea spettacoli socio-politici. Ci interessa in modo in cui la storia e la politica entrano nel corpo e condizionano il modo in cui ci muoviamo e ci relazioniamo.
http://gostia.com@malacarneco@gostiaa

Livia Massarelli

Artista poliedrica ed esperta di meditazione e coaching, Livia Massarelli dedica la sua carriera alla conoscenza del linguaggio della danza e alla ricerca del benessere dei danzatori e degli spettatori, lavorando come performer, coreografa ed insegnante a livello internazionale.
Livia si forma in Italia (Triennio contemporaneo presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma) ed Inghilterra (Master of Arts presso la London Contemporary Dance School) e con base a Londra continua la sua carriera freelance di danzatrice, autrice e ricercatrice nell’ambito della danza.
Livia ha danzato in diversi paesi europei in creazioni di numerosi coreografi tra quali Emanuel Gat, Shobana Jeyasingh, Tony Adigun, Dora Frankel, Yasmine Lindskog, Claudia Castellucci, Giovanna Velardi, Luca Braccia e presentato suoi lavori in numerosi festival in Italia (TerniFestival, Festival Arte&Scienza, Nutrimenti Festival etc.), Inghilterra (Resolution Festival, Trip the light Trip Space etc.) e Portogallo (Casa des Artes).
Livia ha collaborato con compositori (tra i quali Massimo Massimi e Maurizio Massarelli), artisti visivi (tra i quali Igor Borozan), ed esperti di nuove tecnologie (fa parte del collettivo “Seeinteracting” che lavora con la danza/performance e la tecnologia 3D motion capture), trovando nell’incontro tra diverse discipline una ricca fonte di ispirazione.
Livia è attualmente Rehearsal Director della compagnia pugliese “Equilibrio Dinamico” e ricercatrice presso la “Rambert School” di Londra. Inoltre Livia collabora come coach con l’organizzazione “Towards Vivencia”, diretta da Jorge Crecis.
Livia è un artista supportata dallo Studio Wayne McGregor di Londra tramite il freespace programme.
www.liviamassarelli.com

Daria Menichetti

Daria Menichetti si è formata come danzatrice al Dance Gallery di Perugia con Rita Petrone e Valentina Romito.
Ha poi studiato con Carolyn Carlson, Masaki Iwana, Jan Fabre, Antonella Bertoni, Raffaella Giordano.
E’ diplomata in Body Mind Centering® e Danza Sensibile®.
Lavora come interprete per Sosta Palmizi, Abbondanza-Bertoni, Zaches Teatro, Teatro Valdoca, Teatro Persona, Ariella Vidach, Compagnia di Sollicciano (Elisa Taddei), Leonardo Delogu, Strasse, Luna Cenere, Mario Martone, Raffaella Giordano.
E’ direttrice artistica del festival C.OSMOS dalla somatica alla performance, nato nel 2018 e alla sua seconda edizione.
Nel 2016 firma ANIMULA prodotto da Sosta Palmizi e selezione Visionari Kilowatt Festival 2017.
Nel 2017 realizza “ la Venere e il Vento” performance site specific per il museo degli Uffizi e selezionata da UFFIZI LIVE 2017.
Nel 2017 crea MERU (coproduzione DanceMe-Perypezye Urbane e Sosta Palmizi), assolo interpretato da Francesco Manenti e selezionato da Visionari Kilowatt Festival e dalla Vetrina della giovane danza d’autore – Azione del Network Anticorpi XL coordinata dall’Associazione Cantieri.
Nel 2018, insieme a Francesco Manenti, crea IKI (produzione DanceMe- Perypezye Urbane) selezionato da Visionari Kilowatt Festival 2019.
Nelle sue creazioni collabora insieme a Francesco Manenti (attore, danzatore, e artista visivo) co-fondatore della compagnia progetto Brockenhaus e che da diversi anni collabora con compagnie di teatro danza italiane quali: Sosta Palmizi, Dimitri-Canessa, Eccentrici Dadarò.
Daria Menichetti e Francesco Manenti nel 2019 danno vita alla compagnia DES MES.

Laboratorio Il Corpo Voce

E’ uno spazio dedicato all’esplorazione delle potenzialità della propria voce come veicolo espressivo. Il lavoro verte sull’uso dinamico della voce, attraverso un approccio integrato che lavora sulle possibilità espressive corporee e vocali incentrando il percorso sui legami fra corpo-respiro-voce. Il lavoro include: esercizi fisici per preparare il corpo e per cercare le fonti dinamiche del suono, incoraggiando il processo di radicamento della voce; esercizi vocali e corporei per esplorare le diverse energie e qualità vocali per scoprire la varietà delle voci che ci abitano; lavoro di improvvisazione ed esplorazione corale.

Juliette Flipo

Juliette Flipo è cresciuta in Tunisia, dove ha praticato la musica fin dalla più tenera età. Tornata a Lille, ha frequentato il Conservatorio studiando flauto dolce, arpa, canto corale, danza classica e contemporanea. Ha ottenuto un master in filosofia e poi si è orientata radicalmente verso il teatro, che l’ha portata a viaggiare di nuovo. Ha frequentato il Cours Florent a Parigi e il Conservatorio Reale di Liegi, e si è diplomata alla scuola del Théâtre des Teintureries di Losanna. Allo stesso tempo, ha continuato la sua formazione nel canto lirico e nel canto popolare. Lungo la strada, ha imparato la fisarmonica. Sempre più attratta dall’esplorazione vocale e dall’improvvisazione, che sperimenta con Antonella Talamonti e Bernard Lubat in particolare, nel 2006 incontra il Panthéâtre e il CAIRH, che le permettono di approfondire il suo lavoro musicale e scenico. Lavora come attrice, cantante e musicista, sotto la direzione di registi come Jean-Michel Rabeux o Ian Magilton, o in collaborazione con narratori, musicisti e poeti. Si auto-dirige in tre assoli su Novarina, Saffo e Pascal Quignard. Ha anche co-diretto due opere teatrali ispirate a Blaise Cendrars. Ha un background come tecnico del suono. Offre lezioni di canto e laboratori di ricerca sulla musicalità e la teatralità della lingua.

Costanza Amici

Costanza Amici è antropologa, mediatrice etnoclinica ed esperta in performance vocale. Si forma inizialmente come attrice e poi operatrice teatrale presso il Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale a Pontedera (oggi Fondazione Teatro Era). Prosegue gli studi frequentando la danza contemporanea e integrando la sua ricerca e sperimentazione nelle arti performative con stage intensivi con numerosi professionisti del mondo sia della danza che del teatro. Attraverso le arti performative incontra l’antropologia, studia e si laurea quindi in Inghilterra e in Italia. Successivamente si specializza in Etnomedicina ed Etnopsichiatria, combinando le prospettive dell’antropologia, della performance e della salute. Nel 2009 incontra Kaya Anderson, cofondatrice del Roy Hart Thertre e del Centre Artistique Internazional Roy Hart (C.A.I.R.H.) e da allora approfondisce la sua ricerca e sperimentazione nella prospettiva di lavoro performativo vocale secondo questa tradizione e approccio. Dal 2015 sotto la supervisione della stessa Anderson e Kevin Crawford è in apprendistato per diventare insegnante di voce Roy Hart accreditato. Attualmente lavora come antropologa e mediatrice etnoclinica in ambito sociale e della salute, e come esperta di performance vocale proponendo laboratori di Corpo Voce, in formato sia individuale che di gruppo.

Masterclass 2019

7 settembre 2019 — Bridget Fiske (Manchester)
7 settembre 2019 — Emma Chianchi (Napoli)
7 settembre 2019 — Stefano Mazzotta (Torino)nica Contemporanea

Artisti in residenza 2019
8 settembre 2019 — Daria Menichetti
8 settembre 2019 — Sara Orselli
8 settembre 2019 — Riccardo Meneghini
8 settembre 2019 — Ilenia Romano

Masterclass 2015

19 dicembre 2015 — Cecilia Ventriglia / Sosta Palmizi
29 gennaio 2016 — Chiara Michelini Alessandro Serra / Teatropersona
30 gennaio 2016 — Emanuele Sciannamea/Zerogrammi
31 gennaio 2016 — Daniele Ninarello Progetto Domenica Contemporanea

Masterclass 2013

1 agosto — Masterclass con la coreografa Isida Micani e Spike
2 agosto — Masterclass con la coreografa Isida Micani e Spike
3 agosto — Masterclass progetto BIDE con NUDA Contemporanea
4 agosto — Masterclass con la coreografa Emma Cianchi
5 agosto — Masterclass con la danzatrice Giselda Ranieri (ALDES)

main